Condannati i vertici di Menarini

menariniI vertici della casa farmaceutica Menarini sono stati condannati per riciclaggio da frode fiscale: una pena di 10 anni e sei mesi è stata comminata alla presidente, Lucia Aleotti, mentre è di 7 anni e mezzo quella al fratello, Giovanni Aleotti, vicepresidente. Lucia Aleotti è stata altresì condannata per corruzione. In aggiunta a ciò, è stata ordinata la confidsca per un miliardo di euro nei conti all’estero della famiglia. Cade invece l’accusa di truffa.

La notizia della condanna ha avuto grande risalto sui media italiani ed europei. Menarini è d’altronde la più grande casa farmaceutica del Paese, e da tempo era accusata di aver ottenuto questa posizione perpetrando dal 1984 al 2010 una maxi frode ai danni del sistema sanitario nazionale. In sostanza, utilizzando delle società fittizie per l’acquisto dei principi attivi dei farmaci, ne avrebbe aumentato il prezzo finale grazie a una serie di false fatturazioni. Con questo sistema, lo Stato – ricorda il quotidiano La Repubblica – avrebbe perso circa 860 milioni di euro, mentre sulle tasche della famiglia Aleotti, proprietaria della Menarini, sarebbero finiti circa 500 milioni di euro, riciclati all’estero con altri proventi illeciti accumulato – si legge nella sentenza – grazie alla corruzione e ai reati di frode fiscale.

E così, la tesi della procura di Firenze è stata accolta dal tribunale del capoluogo toscano, che dopo un lungo processo durato più di due anni ha condannato in primo grado i vertici societari, accusati di riciclaggio, di reimpiego, di evasione fiscale e di corruzione. Tra i condannati non c’è tuttavia colui che è stato considerato come l’architetto della truffa, il patron Alberto Aleotti, morto due anni fa.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi