Banche francesi, trimestrali per BNP Paribas e SocGen

Tempo di trimestrali per le principali banche francesi, con BNP Paribas e SocGen che hanno fornito alcuni spunti di interesse per comprendere come si stia evolvendo il comparto creditizio transalpino.

Andando con ordine, rileviamo come i risultati del primo trimestre 2017 abbiano registrato per BNP Paribas un aumento dell’utile netto del 4,4 per cento anno su anno, a 1,89 miliardi di euro, al di sopra delle attese di mercato (1,6 miliardi di euro). Il dato ha risentito positivamente delle performance del trading su reddito fisso e azionario, che hanno registrato proventi in miglioramento del 32 per cento a 1,17 miliardi di euro. Questi ultimi hanno compensato la debolezza delle tradizionali attività retail in Francia e Italia.

Sempre dalla nota societaria emerge come in crescita siano anche i ricavi, che nel periodo oggetto di considerazione sono stati pari a 11,29 miliardi di euro (+4,2 per cento su base annua). A livello patrimoniale, il coefficiente CET1 è salito all’11,6 per cento dall’11,5 per cento di fine 2016.

Passando invece a SocGen, la banca francese ha accusato una flessione dell’utile netto nel corso dei primi tre mesi dell’anno pari al 19,2 per cento a 747 milioni di euro, a causa principalmente di accantonamenti per una controversia sorta con il Fondo sovrano libico. Il dato ha disatteso le stime di consenso che indicavano un valore di 863 milioni di euro. In rialzo sono invece i ricavi a 6,5 miliardi di euro (+4,8 per cento anno su anno), in miglioramento anche rispetto alle stime di mercato pari a 6,38 milioni di euro, grazie in particolare al contributo fornito dalle attività retail all’estero. A livello patrimoniale, il coefficiente CET1 si è attestato all’11,6 per cento, in miglioramento di 10 punti base rispetto a quella che è stata la chiusura 2016.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *