Malattia dei legionari, caratteristiche e sintomi

La malattia dei legionari, o legionellosi, è una grave forma di polmonite, ovvero un’infiammazione polmonare solitamente causata da una condizione di infezione. La legionellosi è causata da un batterio noto come legionella.

Ora, si tenga conto che non è possibile prendere la legionellosi dal contatto persona per persona. Invece, la maggior parte della gente subisce la malattia dei legionari perché ha inalato dei batteri. Gli adulti più anziani, i fumatori e le persone con un sistema immunitario indebolito sono particolarmente sensibili alla malattia dei legionari.

Il batterio della legionella causa anche la febbre di Pontiac, una malattia più lieve che assomiglia all’influenza. La febbre di Pontiac di solito svanisce da sola, ma la legionellosi non trattata può essere fatale. Sebbene un trattamento tempestivo con antibiotici solitamente cura la legionellosi, alcune persone continuano ad avere problemi dopo il trattamento, rendendo dunque piuttosto aleatorio il percorso di guarigione.

Detto ciò, val certamente la pena cercare di approfondire, pur brevemente, quali sono i principali sintomi della legionellosi. La malattia dei legionari si sviluppa solitamente da 2 a 10 giorni dopo l’esposizione ai batteri della legionella. Spesso inizia con i seguenti segni e sintomi, a volte confusi con altre malattie: mal di testa, dolore muscolare e brividi di freddo. Ci si insospettisce e preoccupa maggiormente quando compare un altro sintomo, ovvero la comparsa di una febbre che può raggiungere 40 gradi, o superare questa soglia di allerta.

Entro il secondo o terzo giorno di avvio del percorso patologico, il paziente svilupperà anche altri segni e sintomi che possono includere tosse, che può portare alla formazione di muco e a volte di sangue, respiro corto, dolore al petto, sintomi gastrointestinali, come nausea, vomito e diarrea e confusione o altri cambiamenti mentali.

Sebbene la malattia dei legionari colpisca principalmente i polmoni, occasionalmente può causare infezioni nelle ferite e in altre parti del corpo, compreso il cuore.

Una forma lieve di legionellosi – nota come febbre di Pontiac – può produrre segni e sintomi quali febbre, brividi, mal di testa e dolori muscolari. La febbre di Pontiac tuttavia non infetta i polmoni e i sintomi di solito svaniscono o migliorano in due – cinque giorni.

Naturalmente, considerata la potenziale pericolosità di questa malattia, vi consigliamo di condividere il vostro stato di salute con il proprio medico di riferimento, in maniera tale che il personale sanitario possa effettuare una puntuale diagnosi in tempi rapidi e, dunque, avviare il ciclo di cure in modo efficiente.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi