Sei qui: Home » La moda in Italia, come variano le tendenze dal nord al sud

La moda in Italia, come variano le tendenze dal nord al sud

centro commercialeQuanto sono diverse le donne del nord da quelle del sud?

Non è una novità che vi siano delle differenze culturali tra il nord ed il sud d’Italia, diversità che si ripercutono anche nella scelta dello stile e delle tendenze da seguire.

Se cle ragazze del nord sono più “devote” e sensibili alla moda, quelle del sud, stando alle prime impressioni, alle riviste di settore e alle sensazioni di quando si viaggia, danno minore peso ai dettagli oppure indossano capi d’abbigliamento con maggiore “leggerezza d’animo” rispetto alle compatriote “nordiche”.

Al nord le donne scelgono look e outfit come veri e propri status e sembrano essere più rigorose, mentre dal centro al sud sembra aumentare la dose di autoironia e la voglia di ricercare uno stile più “meticcio”. Ci si diverte a giocare con la propria immagine e con i colori, le donne del sud sono notoriamente, forse, più “frizzantine” e hanno meno “fisse” sulle imperfezioni. Cosa significa questo? Che se una donna del sud ama indossare un jeans a vita bassa, lo farà anche se ha qualche chilo di troppo. La donna del nord, al contrario, non oserà adottare un outfit troppo aderente, con linee skinny a meno che non abbia il punto vita perfetto o quasi.

Naturalmente si tratta di retoriche considerazioni approssimative e dettate da quello che “si dice”, è chiaro che poi ogni eccezione potrebbe, eventualmente, confermare la regola!

A parte le varie diversità all’interno dei dogmi, vale un po’ il detto ‘moglie e buoi dei paesi tuoi’ che, contestualizzato in fatto di look e tendenze, significa considerare anche le diversità geografiche e climatiche come elementi dal peso rilevante sulla scelta dello stile e dell’outifitì, che varia geograficamente.

Sembra banale ma non lo è, pensiamoci: al nord le temperature sono più “aggressive” per così dire, mentre al sud capita di avere temperature miti anche nei mesi autunnali, come in ottobre, novembre e dicembre. Questa diversità ci permette di approfittare di un abbigliamento sicuramente meno impegnativo di quello che contraddistingue la popolazione del nord. E non è un dettaglio di poco conto se pensiamo che in fondo anche il clima influisce sulla cultura di una popolazione.

Al sud, è risaputo, le persone sono più calorose mentre al nord i tratti salienti sono altri, la precisione e il rigore. Queste caratteristiche si riversano anche sul look e sulle scelte che lo riguardano a più livelli.

Per non parlare del fatto che al nord arrivano gli influssi modalioli che giungono dai paesi del nord-Europa, e anche questo particolare ha un’influenza sulla rielaborazione successiva delle tendenze nate oltralpe. Compiendo un percorso virtuale, lo stile si propaga rapidamente grazie al potere dei media, ma viene rivisitato, come è giusto che accada, in base alle peculiarità locali (climatiche, culturali, antropologiche etc…).

A prescindere da questi fattori, in qualunque parte d’Italia si viva, la cosa più importante è sentirsi a proprio agio in uno stile che nasce e si sviluppa in base alle proprie attitudini sia fisiche che psicologiche.

Non importa se siamo nati e cresciuti in Lombardia o in Campania, ciò che conta è il feeling personale rispetto al look. Se vogliamo che esso sia aderente al nostro modo di pensare e di essere, possiamo costruirlo senza improvvisarlo… in fondo il personal shopper a Salerno saprà come consigliarci al meglio, proprio come saprà fare quello a Milano!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *