Vai al contenuto
Sei qui: Home » Attacchi di panico: sintomi e supporto psicologico grazie alle app

Attacchi di panico: sintomi e supporto psicologico grazie alle app

  • di

modicamiUna persona su quattro soffre di attacchi di panico, o ne ha sofferto in passato. Sono dati che nell’ultimo periodo si diffondono velocemente negli articoli di salute mentale, per promuovere la terapia psicologica e diffondere il diritto alla salute mentale.

 

Tutti, almeno una volta nella vita, proviamo sulla nostra pelle l’attacco di panico. Si tratta di un breve periodo di tempo in cui si prova un malessere estremo, un mix di ansia e paura che si manifesta “all’improvviso” e presenta numerosi sintomi emotivi e fisici differenti. Gli attacchi provengono dal disturbo di panico, che determina una catena di eventi futuri causati dall’eccessiva preoccupazione. Ma andiamo con ordine… che cos’è il disturbo di panico?

 

Il disturbo di panico è un disagio psicologico che viene diagnosticato ad un soggetto quando manifesta numerosi attacchi di panico improvvisi e non provocati, per un mese di tempo. Questo disturbo include il timore di avere altri attacchi e la modifica del comportamento come conseguenza agli attacchi di panico. Com’è possibile curare il disturbo? Attraverso una terapia psicologica, a tal proposito scarica l’app su www.cozily.it.

 

I sintomi e le cause degli attacchi di panico

 

Gli attacchi di panico sono facilmente riconoscibili dai sintomi fisici che inducono in ogni individuo: dolore toracico, vertigini, nausea e senso di soffocamento. Il trattamento di questo disturbo può includere anche l’utilizzo di farmaci e antidepressivi, in particolar modo quando il disturbo diventa di grave entità e interferisce pesantemente sulla quotidianità dell’individuo.

 

La principale causa che genera gli attacchi di panico è la presenza di un disturbo psichiatrico, come ansia e depressione, oppure a causa di una specifica causa scatenante che effettua una reazione immediata del fisico e della mente.

 

Altri sintomi che possono apparire durante un attacco di panico sono: la paura di perdere il controllo, l’estraniamento, le vampate di calore o i brividi, una forte sensazione di formicolio, battito cardiaco accelerato e tremore.

Questi sintomi appaiono perché gli attacchi di panico provocano una reazione del sistema nervoso, del cuore e di altri organi vitali.

 

Nella maggior parte delle condizioni di panico, tutti i sintomi raggiungono l’apice in 10 minuti e tendono a scomparire in poco tempo, lasciando all’individuo una forte paura di ricevere un altro attacco (disturbo di panico).

 

Cosa fare durante gli attacchi di panico

 

In genere, subito dopo un attacco di panico si tende a consultare il proprio medico di fiducia che, dopo aver escluso eventuali patologie fisiche scatenanti, consiglia di rivolgersi ad uno psicoterapeuta e avviare un’analisi psicologica per comprendere le motivazioni e la terapia da adottare.

 

Lo psicoterapeuta, oltre alla consulenza psicologica e alla terapia da adottare, consiglia sempre delle azioni da svolgere durante gli attacchi di panico per reagire velocemente e uscire dalla condizione di disagio.

 

Tra queste azioni troviamo il controllo della respirazione per alleviare il panico, sviluppando così una capacità di gestione attiva che permette di calmarsi durante una forte sensazione di ansia.

 

Un altro modo per reagire ad un attacco di panico è consultare, mediante una chat anonima e totalmente sicura, uno psicologo pronto a soccorrere l’individuo durante l’attacco e ad applicare tecniche di comunicazione capaci di placare i sintomi e reagire alla condizione di panico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi