Vai al contenuto
Sei qui: Home » Cambiare lo stato d’animo modificando la postura del corpo

Cambiare lo stato d’animo modificando la postura del corpo

Il pensiero interiore può essere influenzato dall’espressione esteriore. Provate a pensarci: se qualcuno è di cattivo umore o è arrabbiato, c’è una posizione del corpo esattamente associata a questa condizione d’animo. Avete mai visto qualcuno arrabbiato che sorride?

Ebbene, questo ci porta a riflettere e pensare che possiamo cambiare il nostro stato d’animo modificando la posizione del corpo. E potete sperimentarlo subito, fin da oggi: la prossima volta che vi sentite depressi, guardate in alto e notate quanto sia difficile rimanere depressi. Se vi sentite nervosi, assumete una posizione con le mani dietro la schiena e i piedi leggermente divaricati. Ora guardate in alto e notate come cambiano le sensazioni. Ancora, provate a stendere le mani verso l’alto quando siete seduti e notate come cambiano le sensazioni.

Tra le ricerche più note in questo ambito ci sono quelle di Amy Cuddy, che aveva scoperto e messo in pratica la scienza che sta alla base di ciò che gli ipnotisti e i praticanti di PNL conoscono da tempo: cambiare la postura significa che anche la nostra fisiologia cambia. E ciò significa che se cambiamo la posizione del corpo, cambia anche il nostro stato d’animo.

Per ottenere lo stato d’animo o lo stato desiderato, è sufficiente adottare la posizione del corpo associata a quello stato. Poi, ravvivare o intensificare l’esperienza. Cercate dunque di adottare il maggior numero di posizioni e di stratificarle. Per esempio, se volete apparire sicuri di voi stessi, non ha molto senso allargare la posizione e poi guardare in basso con le mani che si stringono davanti all’inguine e con le spalle abbassate. Il modo più semplice che trovo è richiamare l’emozione e il linguaggio del corpo tende a seguirla. Tuttavia, quando si impara, si può fare anche il contrario.

Proviamo a fare un passo in avanti: se la posizione del linguaggio del corpo avvia il cambiamento, è anche vero che il segreto sta nell’amplificare l’emozione corretta. Vediamo come fare e ricordiamoci di essere giocosi.

Trovate un luogo tranquillo dove potete stare da soli e non essere disturbati. Alzatevi e chiudete gli occhi. Ora pensate a un momento in cui eravate al massimo della vostra forma. Vi siete prefissati di raggiungere un obiettivo, vi siete impegnati e ci siete riusciti. Se non vi viene in mente nulla, fate finta. Mettetevi come eravate e guardate quello che avete visto. Entrate in quell’immagine come se la steste vivendo con i vostri occhi, se non l’avete già fatto. Se l’immagine è ferma, fatela muovere. Se è in bianco e nero, fatela diventare a colori, aumentando i colori e la luminosità.

Ora, mettete le mani davanti a voi e tracciate le dimensioni dell’immagine. Ingrandite l’immagine fino a farla diventare grande come uno schermo del cinema. Vedete quello che avete visto, sentite quello che avete sentito, annusate quello che avete annusato e assaggiate quello che avete assaggiato. Riportate alla mente quelle sensazioni. Immaginate che davanti a voi ci sia una manopola con la scritta “Migliora l’esperienza”.

Girate la manopola al massimo e notate come vi sentite. La chiave di tutto questo è essere divertiti: non cercate di analizzare, non è questa la parte del cervello che vogliamo coinvolgere. Mantenete la posizione del corpo. Possiamo usare questa connessione mente-corpo insieme all’immaginazione per attingere al centro emozionale del cervello. Si tratta di un metodo rapido per entrare nello stato in cui vogliamo arrivare prima di qualsiasi incontro o riunione.

Le persone sono spesso nervose di fronte alle situazioni e spesso riproducono un film mentale di ciò che potrebbe andare storto. Forse lo avete già visto guardando la televisione o i film. Potreste vedere qualcuno che è nervoso o apprensivo per l’approccio con una persona dell’altro sesso o per parlare con il proprio capo di un aumento di stipendio. Potreste aver visto un attore in un film, in un programma televisivo o anche a teatro, parlare a se stesso e dire: “Forza, puoi farcela!”. Danno una scrollata al corpo, tengono la testa alta e poi camminano di proposito per incontrare l’altra persona.

Il modo più veloce per cambiare qualcuno è cambiare se stessi. Se quello che state facendo non funziona, provate a fare qualcos’altro. Come ogni nuova abilità, anche questa richiede pratica e un aumento dei livelli di consapevolezza. Una delle cose più potenti che si possono fare quando si usa la comunicazione non verbale è usare il proprio stato e il linguaggio del corpo insieme.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi