Le principali società quotate dalla Borsa Italiana

borsa milanoAll’interno della Borsa Italiana si cambiano i titoli azionari di diverse aziende italiane. La gran parte delle società che prendono parte a questo mondo sono molto conosciute da chiunque, perché sono di grandi dimensioni, quindi hanno numerosi dipendenti, anche sul territorio nazionale, e in genere possono essere nominate anche in fatti di cronaca o in questioni economiche di interesse nazionale.

Quali sono le principali società

Per comprendere quali siano le principali società quotate da Borsa Italiana è sufficiente analizzare uno dei principali indici azionari italiani: FTSE Mib. Questo indice comprende le prime 40 società italiane, valutandone la capitalizzazione in borsa. Se si osserva l’elenco, su http://www.startborsa.com/indici-di-borsa/ftse-mib, si possono notare nomi molto noti del panorama economico del nostro paese. Si tratta infatti dell’ossatura del sistema economico della penisola, che comprende aziende che si occupano di moda, telecomunicazioni, servizi bancari, forniture energetiche e così via. Visto che il Ftse Mib è un indice che viene calcolato, non si può fare un elenco delle società in esso comprese che possa essere considerato a lungo termine, perché tutto dipende dalle contrattazioni della Borsa Italiana. Nonostante questo, tipicamente le aziende citate sono più o meno sempre le stesse nel corso dei mesi, salvo particolari eventi, che portano all’apprezzamento particolare di alcuni titoli o al deprezzamento di altri.

Gli istituti bancari

Rientrano nell’indice FTSE Mib alcuni tra gli istituti bancari più importanti d’Italia, come ad esempio Ubi Banca, Intesa Sanpaolo, Banco Popolare, Banca Popolare Emilia Romagna, Unicredit, Mediobanca. Gli investitori italiani dimostrano da anni di apprezzare in modo particolare i titoli azionari collegati alle banche, che infatti riscuotono sempre un ampio successo. Ogni volta che un nuovo istituto bancario entra in Borsa l’annuncio viene effettuato con grande anticipo, e spesso le prime tranche di azioni sono vendute in tempi brevissimi. Del resto sembra abbastanza logico che una Banca sia particolarmente interessata a rivalutare i soldi dei suoi clienti e quindi ad ottenere un aumento di valore delle azioni emesse. Nella realtà dei fatti, storicamente, non avviene sempre così, anche se alcuni istituti bancari storici sembrano tenere, dal punto di vista economico, nonostante gli scossoni che il mondo bancario ha subito negli ultimi anni.

Società di gestione dell’energia

Hanno un buon posizionamento nella Borsa Italiana anche le azioni di alcune tra le più conosciute società di gestione di servizi energetici, come Enel, A2A, Enel Green Power, Eni. Anche in questo campo l’interesse degli investitori italiani è molto attivo, forse anche perché negli ultimi anni si fa un gran parlare di energia e dei servizi ad essa correlati. Le società meglio rappresentate in borsa sono però quelle storiche, e all’interno degli indici azionari non compaiono gli outsider, ossia tutte quelle società di gestione dei servizi energetici al cittadino nate negli ultimi anni.

Il polo industriale

Gli indici azionari comprendono anche i titoli di alcuni baluardi del polo industriale italiano, come ad esempio Tenaris, che comprende anche l’italiana Ansaldo, Pirelli, Luxottica, Italcementi, Finmeccanica, Fiat Chrusler Automobiles. Questi pochi titoli azionari comprendono un panorama molto ampio, che riguarda un impressionante numero di addetti, diffusi in buona parte del mondo.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *