Una gita in MTB, quali accessori sono essenziali?

mtbAndare in bicicletta è un piacere che coinvolge molti italiani, la gran parte dei quali lo fa a livello agonistico, o comunque con una certa regolarità. Chi comincia ad avvicinarsi alla MTB dovrebbe prima di tutto dotarsi di tutto ciò che serve per praticare questo sport in totale confort e sicurezza. Si comincia ovviamente dalla biciletta e da un bel paio di scarpe, corredate anche dell’abbigliamento più comodo e pratico. Oltre a questo sono necessari anche alcuni accessori, che ci possono togliere dai guai in caso di incidente o rottura.

Gli attrezzi

Un tempo chi utilizzava la bicicletta ogni giorno aveva una pratica borsa sotto alla sella, con dentro gli attrezzi di maggior utilizzo: chiavi, cacciavite, smaglaicatena. Oltre a questo la sacchetta conteneva anche almeno una camera d’ara, delle pezze e il mastice per fissarle su un eventuale foro. Nei negozi specializzati in accessori mtb mondo bici store sono disponibili anche dei piccoli kit, che contengono tutto ciò che serve per riparare la bici in caso di foratura o piccolo guasto. Del resto molto spesso chi pratica la mountain bike tende ad allontanarsi dai centri abitati, con la bici buca o guasta è difficile tronare alla civiltà in tempo brevi.

Pompa

Dopo aver riparato la gomma forata, la si dovrà anche pompare. Ci sono diverse pompe da bici disponibili in commercio, alcune veramente minuscole, in modo da non aggiungere peso alla bicicletta. Per chi vuole tornare in pista in tempi brevissimi sono disponibili anche delle pratiche bombolette di CO2, che permettono di gonfiare una ruota in pochissimi secondi, con zero fatica, anche in condizioni critiche. Le bombolette sono piccole e maneggevoli, se ne possono infilare un paio nel borsello sotto sella.

Fanali

Chi pratica il ciclismo a livello agonistico ha in genere un mezzo alleggerito in ogni singolo componente. Chi invece va in biciletta solo per piacere tende ad avere qualche comodità in più. Come ad esempio i fanali; in commercio se ne trovano di vari modelli, in genere alimentati a ile ricaricabili, che possono rimanere accesi per varie ore prima di scaricarsi. I fanali sono necessari se si teme di dover rientrare nelle ore serali, ma anche per chi va in bicicletta durante l’inverno, stagione in cui le ore di luce sono veramente poche. Il fanale davanti è a luce bianca, quello dietro a luce rossa. Posizionarli in modo corretto ci consente di farci vedere dagli automobilisti, evitando gli incidenti.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *