Aumenta il numero dei camperisti

camperCresce il numero di chi sceglie, anche il Italia, il camper per le proprie vacanze in famiglia, tra a amici o magari da solo.

Mettere in rete tutte le aree dove poter sostare con il camper, per permettere al turista di creare, magari da web, prima ancora di mettersi in viaggio, il proprio itinerario. L’idea è senza dubbio valida ed è venuta ad un campeggio del bellunese che presto potrebbe fare scuola in varie altre zone d’Italia.

Il “Campeggio Club” di Belluno ospita quasi 1600 camper e il dato è in continua crescita. Si tratta di una presenza molto importante per l’economia dell’intera provincia.

Chi si sposta in camper ama un turismo lento e con frequenti soste, più o meno prolungate. Sapere dove fermarsi è fondamentale. Da tempo nel Bellunese ci si è messi all’opera per aumentare il numero delle aree di sosta ora è invece venuto il momento di metterle in rete, per farle conoscere con più facilità e rapidità.

In provincia di Belluno esistono 22 aree di sosta, la maggio parte delle quali concentrate nella Valbelluna, mentre le restanti sono divise tra il Cadore e l’Agordino. Ma quali mezzi ospitano queste aree? Ci sono camper, caravan e pulmini di tutti i tipi, sia nuovi che usati. La voglia di mettersi in viaggio e di farlo in modo avventuroso non conosce limiti.

Se non sei attrezzato, potresti trovare un ottimo Volkswagen California usato su Autohaus Moser. Il Volkswagen California è un versatile multivan, che si adatta a trasportare i passeggeri o si trasforma in un caravan ben equipaggiato, regalando il piacere della guida e quello di viaggiare in un modo sostenibile, mantenendo uno stretto contatto con la strada e con l’ambiente naturale.

Il veicolo, se si sceglie un buon usato, è assolutamente affidabile, sicuro ed efficiente permettendo di viaggiare senza troppi pensieri, godendosi al massimo l’esperienza.

All’estero viaggiare e spesso anche abitare per lunghi periodi in un camper è qualcosa di assolutamente normale. Stesso dicasi per casemobili e mini case in genere. Non si tratta solo di una moda o di una nuova frontiera del viaggio, ma della riscoperta di tempi, modi e stili di vita differenti.

Vivere, anche se magari per poco tempo, in un camper, ci insegna ad apprezzare le piccole cose, ad adattarci a spazi e servizi minimi e ci permette di affrontare la vita e senza dubbio il viaggio con maggiore libertà.

Le grandi case necessitano di spese continue, sono difficili da tenere ordinate e pulite, richiedono molta energia per essere riscaldate, una piccola casa su ruote è senza dubbio meno confortevole, ma consente di spostarci e fermarci dove si desidera, mantenendo sotto controllo i costi e riscoprendo una dimensione più umana e un contatto con la natura che troppo spesso, in particolare i più giovani sembrano aver del tutto dimenticato.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *